Che cos’è Ethereum?

    CHE COS’E’ ETHEREUM?

    Che cos’è Ethereum e quale applicazione ha nel mondo dell’arte? Scopriamolo insieme! 

    Ethereum – una Blockchain programmabile e decentralizzata – ha cominciato a ricoprire un ruolo sempre più importante e ultimamente il suo utilizzo è sempre più associato a quello della Crypto Art e NFT, il nuovo fenomeno artistico che sta facendo parlare il mondo dell’arte 

    Ma cosa è Ethereum? 

    Ethereum è una Blockchain, un computer virtuale decentralizzato, il cui scopo è sviluppare e gestire gli Smart Contract, letteralmente contratti intelligenti, che vengono pagati con la criptomoneta ETH Ether, il cui valore a marzo 2021 si attesta a circa 1.400 euro. 

    Ethereum è nata nel 2015, fondata dal russo Vitalik Buterin insieme a Joseph Lubin (imprenditore, ex Goldman Sachs) e Jeffrey Wilke (informatico).

    Ethereum fisicamente non esiste, non è collegato a nessun server: è virtuale perché è un computer che risiede nella rete, costituito da tutti gli altri computer presenti nella rete di Ethereum. Decentralizzato perché nessuno può attaccarlo, censurarlo o controllarlo. 

    Ma come si legano Ethereum e la criptovaluta Ether al mondo dell’arte? 

    Da quando il fenomeno della Crypto Art e degli NFT è esploso è impossibile non aver sentito nominare Ethereum e la sua applicazione all’arte. 

    Infatti piattaforme per la vendita di opere digitali, come OpenSea, SuperRare e Rarible, si appoggiano proprio sulla Blockchain Ethereum dove la valuta per la compravendita è proprio l’ETH.

    Quando un artista decide di vendere la propria opera, crea una transazione sulla Blockchain Ethereum attraverso un token associato univocamente all’opera d’arte nel portafoglio crittografico dell’artista. La transazione è firmata digitalmente dall’artista, usando la crittografia asimmetrica, allo scopo di provare l’autenticità dell’opera.

    Attualmente OpenSea sta pianificando di integrare una soluzione di ridimensionamento di Ethereum nel tentativo di rimuovere le costose tariffe del gas che gli artisti che vogliono iscriversi alla piattaforma devono necessariamente sottoscrivere.
    Attraverso l’integrazione del protocollo Immutable X  la piattaforma potrà offrire agli utenti un’esperienza efficiente – si parla di oltre 9.000 transazioni al secondo –  sicura e sostenibile.

    Ether è diventata quindi la principale valuta di scambio per l’acquisto di opere d’arte in NFT, seconda solo al Bitcoin, tra le monete virtuali più utilizzate negli scambi. 

    Il collezionismo di per sé non ha limiti, per questo si registrano aggiudicazioni straordinarie in ETH di opere digitali come quelle del duo di artisti HACKATAO, le cui 546 opere vendute su diversi marketplace hanno generato transazioni per oltre 6 milioni di dollari mentre il mercato della Crypto Art ha prodotto solo negli ultimi mesi scambi per oltre 185 milioni di ETH per un valore, seppure fluttuante, di circa 340 milioni di dollari. 

    Photo Credits: School of Motion

    Il futuro dell’arte verrà scambiato in Ethereum? 

    spot_img
    spot_img

    Latest articles

    spot_img

    Vuoi diventare un Crypto Artist?
    Vuoi creare le tue opere
    d'arte in NFT?

     Art Rights offre un nuovo servizio unico nel suo genere, per creare GRATUITAMENTE gli NFT delle tue opere in pochi e semplici step

    Related articles