Christie’s: all’asta un dipinto di Banksy

    Christie’s: all’asta un dipinto di Banksy 

    Si intitola “Subject to Availability” e sarà il protagonista della vendita

    La casa d’aste Christie’s dopo la vendita dell’opera “Game Changer” di Banksy che ha raggiunto £14,4 milioni, record assoluto per l’artista, ha deciso di organizzare il 30 giugno 2021 a Londra un’asta dedicata all’arte del XX secolo che vedrà come protagonista un’altra opera dell’artista, un dipinto ad olio “vandalizzato”.

    Si intitola “Subject to Availability”, stimata tra i 3 milioni e i 5 milioni di sterline: si tratta di un intervento di Banksy sul dipinto dell’artista Albert Bierstadt, membro della Hudson River School, che ritrae il Parco Nazionale del Monte Rainier.

    Lo street artist più misterioso del mondo ha deciso di intervenire sul dipinto originale con asterischi e un commento: “soggetto a disponibilità per un periodo limitato”. L’opera fa parte infatti di una serie dedicata alla tematica del cambiamento climatico.

    Il dialogo arguto di Banksy con il canone storico dell’arte porta il dipinto nettamente nel contesto attuale della crisi climatica globale“, afferma Katharine Arnold di Christie’s aggiungendo: “A dieci anni dalla sua creazione, l’idilliaco parco che descrive è già stato chiuso al pubblico dal febbraio 2020 a causa di gravi inondazioni e smottamenti“.

    L’opera era stata precedentemente inclusa nella mostra personale dell’artista “Banksy versus Bristol Museum” del 2009, attualmente l’unica autorizzata.

    Alcuni dei lavori esposti in quella celebre mostra hanno raggiunto quotazioni da record, come il dipinto “Devolved Parliament” che è stato venduto da Sotheby’s nel 2019 per £9,8 milioni o la versione dell’Autoritratto di Rembrandt all’età di 63 anni a cui Banksy ha aggiunto un paio di occhi finti, opera venduta da Phillips nel 2014 per £398.000.

    Nonostante l’identità di Banksy rimanga ancora ignota, le sue opere hanno una storia ben documentata, controllata e certificata anche grazie alla Pest Control, società creata dallo stesso artista che si occupa di autenticare e gestire le sue opere per evitare falsi ed errate attribuzioni. 

    E se Banksy non si fa trovare impreparato sulla tematica Archiviazione e Certificazione delle opere d’arte, non si può dire lo stesso per molti altri artisti.

    Ma la tecnologia arriva in supporto all’arte, perché tra gli strumenti professionali in grado di rispondere alle principali esigenze degli artisti, come la gestione e la certificazione delle opere d’arte troviamo Art Rights, piattaforma che in completa privacy e sicurezza permette di creare un vero e proprio Passaporto delle opere d’arte grazie alla tecnologia Blockchain

    E tu, sei pronto a scoprire le opere di Banksy?

    spot_img
    spot_img

    Latest articles

    spot_img

    Come si diventa un Crypto Artist?
    Cosa sono gli NFT?
    Come si acquista e vende
    un’opera di Crypto Art?
    Su quali Piattaforme?

    Art Rights, in collaborazione con Andrea Concas e ProfessioneARTE.it, ha creato un corso completo rivolto ad Artisti, Professionisti e Collezionisti che desiderano approfondire e iniziare ad addentrarsi nel mondo della
    Crypto Art e degli NFT

    Related articles