Instagram vende NFT: coinvolto l’artista Refik Anadol

    Non più solo immagini e video: ora Instagram diventa piattaforma di vendita NFT e lo fa grazie all’Arte con le opere di Refik Anadol e un gruppo selezionato di artisti.

    La notizia sulla trasformazione di Instagram in piattaforma di vendita NFT per i suoi creators era nell’aria da tempo: ora è ufficiale.

    COSA SUCCEDE ORA?

    A partire da questa settimana, su Instagram è in fase di test la condivisione di NFT acquistati o creati da artisti e collezionisti americani.
    La nuova funzione permetterà di collegare il proprio wallet Metamask, permettendo di condividere la propria collezione NFT, associando il possessore e creatore.

    Christine Pai – portavoce di Meta che guida Instagram – ha rivelato che artisti e collezionisti che creeranno e acquisteranno NFT su Instagram non dovranno pagare le GAS FEE. Questo almeno fino al 2024, dopo chissà.

    Al momento la sperimentazione di creazione e vendita NFT è resa disponibile solo per un gruppo selezionato di artisti, tra i quali Refik Anadol, Amber Vittoria, Dave Krugman, Olive Allen e altri.

    Già ad agosto 2022 Meta aveva lanciato la nuova funzionalità per la vendita di NFT sulla propria piattaforma in 100 paesi nel mondo, ma molto doveva essere ancora sviluppato.

    In particolare la possibilità di creare e quindi mintare le proprie opere in NFT tramite Facebook e Instagram, dando poi la possibilità ai creators di vendere NFT alla propria community.

    Schermata di vendita NFT su Instagram. Courtesy META

    QUALI SONO LE RETI BLOCKCHAIN COINVOLTE?

    Per ora Meta ha annunciato la creazione di un tool kit che permetterà agli artisti di mintare, mostrare e vendere i propri NFT direttamente sulla piattaforma di Instagram.

    Al momento la rete blockchain utilizzata sarà Polygon, ma si sta già lavorando per l’utilizzo anche di Solana e del wallet Phantom.

    Sarà inoltre possibile mostrare le collezioni presenti su OpenSea, il più grande marketplace di NFT al mondo.

    CHE COSA SIGNIFICA PER GLI ARTISTI?

    In molti si domandano se questa evoluzione di Instagram, sempre più verso il pagamento da parte delle community di follower dei contenuti digitali, sarà la fine del social della condivisione per eccellenza.

    Si va sempre di più verso una valorizzazione del contenuto creativo, ora anche in termini economici, che non necessiterà quindi di piattaforme terze, ma punta tutto a mantenere l’attenzione e il coinvolgimento di creators e dei loro follower.

    Questi ultimi non saranno più solo numeri, ma veri e propri supporter dei propri creators e artisti, i quali avranno qualche motivazione in più per creare opere d’arte appositamente pensate per Instagram.

    Certo è che nell’immaginario mondo di Meta, per gli utenti sarà possibile ricreare ambienti virtuali dove esporre opere NFT acquistate proprio su Instagram.

    spot_img
    spot_img
    spot_img

    Latest articles

    spot_img

    Do you want to become a Crypto Artist?
    Do you want to create your own works of art in NFT?

    Art Rights offers a new unique service of its kind, to create FREE NFTs of your works in a few simple steps

    Related articles