L’Archivio d’artista

    STRUMENTO A SUPPORTO DEL COLLEZIONISMO

    L’Archivio d’artista è un prezioso alleato per la tutela e la promozione del patrimonio artistico ed economico della vita di un artista, a favore del futuro della sua produzione, in aiuto dei galleristi e a supporto dei collezionisti.

    Gli Archivi d’artista nascono da un lavoro meticoloso, per essere fonti ricche di informazioni e di documenti sull’artista, di cui generalmente porta il nome, e sulle sue opere; gli Archivi diventano per galleristi e collezionisti, garanti dell’autenticità delle opere dell’artista e punto di riferimento nel mercato dell’arte in qualità di certificatori dell’originalità dei lavori in circolazione.

    Nello specifico, un Archivio d’artista opera:

    • Archiviando le opere dell’artista
    • Tutelando la produzione dell’artista
    • Valorizzando la ricerca artistica
    • Garantendo l’autenticità delle opere
    • Mantenendo ordine nella documentazione delle opere
    • Conservando e tenendo traccia della collocazione delle opere
    • Rilasciando certificati di autenticità delle opere e/o inserendole nei cataloghi ragionati
    • Diventando un punto di riferimento per Collezionisti, Gallerie e Musei

    L’artista che decide di creare il proprio Archivio lavora a tutela del futuro della propria produzione, contrastando l’eventuale rischio dei falsi d’autore, incentivando la trasparenza di informazioni nel mercato, così da garantire al collezionista di effettuare una corretta due diligence nella fase di ricerca dei dati sulle opere.

    Oggi non è raro che il collezionista, spinto dalla volontà di avviare la procedura di inserimento della propria opera d’arte nell’archivio di riferimento, si ritrovi a contattare anche la galleria d’arte dell’artista, che in stretto rapporto con l’Archivio può diventare punto di incontro, avviando attività che possono portare fino alla completa gestione dell’Archivio da parte della galleria.

    Le gallerie d’arte che gestiscono, totalmente o in parte, un Archivio d’artista, sono in crescita.

    Il loro scopo è quello di sostenere la figura dell’artista nel sistema e incrementare il valore delle sue opere nel mercato, attraverso la partecipazione a fiere d’arte, l’organizzazione di mostre spesso in collaborazione con i musei, nella gestione dei prestiti delle opere, diventando quindi garanti per i collezionisti sia nella fase del mercato primario che di quello secondario.

    Tra le principali gallerie in stretto rapporto con gli Archivi d’artista troviamo:

    • Pace Gallery, in collaborazione con la divisione Art Agency Partners di Sotheby’s per Vito Acconci
    • David Zwirner,per Ruth Asawa, Joan Mitchell, Josef Albers e Diane Arbus
    • Hauser & Wirth, rappresenta oltre 20 archivi tra cui Philip Guston, Arshile Gorky e Gunther Forg

    L’Archivio d’artista è quindi punto d’incontro per la salvaguardia del valore artistico, economico e personale dell’artista professionista, diventando così strumento a supporto e tutela dei suoi collezionisti.

    E tu, sei pronto a scoprire il prossimo Archivio d’artista?

    Scopri di più nel video di Andrea Concas dedicato agli archivi d’artista

    Latest articles

    50 anni di Art Basel: la storia di un mito

    Art Basel non è una semplice fiera, ma è LA fiera, probabilmente la più importante del sistema dell’arte nel mondo.

    Il legame tra Archivi d’Artista e Gallerie

    Gli Archivi d’Artista ricoprono un ruolo fondamentale per il sistema e il mercato dell’arte, che oggi vede il supporto anche delle gallerie d’arte.

    Intervista a Domenico Filipponi, Art Advisor per Cordusio Fiduciaria – ProfessioneARTE.it

    In questa intervista, in collaborazione con ProfessioneARTE.it, Domenico Filipponi ci parla della figura dell'art advisor oggi, vero e proprio "ago della bilancia" del mercato dell'arte

    Via le vetrine dai musei… PARTE II di Roberto Concas

    Lo storico dell'arte e museologo Roberto Concas ci illustra un nuovo modo di concepire le vetrine, elemento dello storytelling museale

    Related articles