Le tipologie di gallerie d’arte

    LE TIPOLOGIE DI GALLERIE D’ARTE

    Esiste una galleria per ogni artista: qual è la tua?

    Secondo il report The Art Market 2020 a cura dell’economista Clare McAndrew, per Art Basel e UBS, si registra una presenza di 296.580 gallerie attive, tra il mercato primario e secondario, suddivise sulla base della tipologia di arte commercializzata.

    Per tipologia si intende:

    Contemporary Art: artisti nati dopo il 1960

    Post-War Art: artisti nati dopo il 1910

    Modern Art: artisti nati tra il 1875 e il 1910

    19th-Century Art: artisti nati tra il 1821 e 1874

    Old Masters: artisti nati prima del 1821

    Per gli artisti, in particolare quelli emergenti, scegliere la propria galleria, quella a cui affidare la crescita della propria carriera e trovare una posizione nel mercato dell’arte non è affatto semplice.

    Infatti è bene che l’Artista emergente investa il proprio tempo non solo nella ricerca artistica e nello sviluppo della propria cifra stilistica, ma che si applichi nello studio delle differenti tipologie di gallerie d’arte, facendo una selezione in base a come operano, gli artisti con cui già collaborano, al medium che prediligono o le fiere a cui partecipano.

    Secondo l’esperto d’arte Donald Thompson esistono quattro principali tipi di gallerie d’arte:

    Gallerie di brand o Megas

    Si occupano degli artisti più in voga dalle quotazioni altissime, i cosiddetti blue chip. I galleristi godono di contatti con i collezionisti più accreditati, con curatori influenti, con i musei, le fondazioni e le personalità dell’arte più prestigiose. Le gallerie di brand, partecipano e spopolano alle fiere più importanti del settore, vengono chiamate anche megas, poiché sono coloro che dettano legge nel mercato e sostengono gli scambi su molteplici piazze con diverse sedi nel mondo.

    Gallerie Tradizionali

    Le gallerie tradizionali hanno un posizionamento vicino a quello delle gallerie di brand, svolgono una fondamentale attività di scouting, lavorando con artisti che si stanno affermando o ancora gli artisti mid-career. Dopo aver individuato gli artisti che, potenzialmente, potrebbero avere un buon successo, attuano strategie di promozione tra i collezionisti e i curatori con cui organizzano mostre dei loro lavori, presentando le opere anche in occasione di una selezionata lista di fiere d’arte. I galleristi hanno legami stabili con i propri collezionisti e una rete di gallerie partner con cui spesso collaborano per organizzare mostre e per promuovere i propri artisti.

    Gallerie Commerciali

    Le gallerie commerciali sono “incubatori” di artisti in ascesa o affermati ma che devono ancora posizionarsi nel mercato, per poi arrivare ad essere parte di una galleria tradizionale. Le gallerie commerciali lavorano principalmente sul territorio, senza rinunciare ad una forte presenza online.

    Gallerie-Negozi

    Le gallerie-negozi sono spazi che lavorano con artisti non ancora affermati, spesso del proprio territorio o nazionali, che mettono in mostra il proprio lavoro per un target che rientra nel primo acquisto da parte di art lovers o collezionisti occasionali.

    Oltre a quelle menzionate da Thompson, esistono anche le Gallerie di Ricerca che si distinguono per la scelta di artisti e medium il cui mercato si sta ancora sviluppando e non è quindi definibile come stabile, come quello dell’Arte Digitale.

    La pluralità dell’offerta di gallerie d’arte permette ad artisti, collezionisti e operatori del settore di scegliere la galleria ideale per le proprie esigenze.

    E tu sei pronto a scegliere la tua galleria?

    Latest articles

    Intervista a Domenico Filipponi, Art Advisor per Cordusio Fiduciaria – ProfessioneARTE.it

    In questa intervista, in collaborazione con ProfessioneARTE.it, Domenico Filipponi ci parla della figura dell'art advisor oggi, vero e proprio "ago della bilancia" del mercato dell'arte

    Via le vetrine dai musei… PARTE II di Roberto Concas

    Lo storico dell'arte e museologo Roberto Concas ci illustra un nuovo modo di concepire le vetrine, elemento dello storytelling museale

    La collezione d’arte della British Airways

    La collezione d’arte della British Airways è una delle Corporate Art Collection più importanti d'Inghilterra, nata per supportare l’arte contemporanea

    Intervista a Maria Chiara Valacchi Critica d’arte, Curatrice indipendente e Art Writer – ProfessioneARTE.it

    In questa intervista Maria Chiara Valacchi racconta i suoi esordi nel mondo dell’arte, per scelta e per passione sin da bambina, il cambiamento verso la dinamicità della critica e della curatela

    Related articles

    LEAVE A REPLY

    Please enter your comment!
    Please enter your name here