Louis Vuitton e l’arte

    L’arte e la moda sono da sempre un binomio inscindibile

    Lo testimonia Louis Vuitton che da sempre ricerca stimoli e innovazioni collaborando con grandi artisti.

    Louis Vuitton è un brand che continua a nutrirsi di influenze dal mondo dell’arte. 

    La grande casa di moda è sempre stata molto vicina al mondo dell’arte, tanto che negli anni ne è nata la Collection Louis Vuitton che accoglie opere d’arte esposte in tutto il mondo all’interno delle boutique o realizzate in occasione delle sfilate.

    Non manca inoltre la Fondation Louis Vuitton, inaugurata il 24 ottobre del 2014, commissionata da Bernard Arnault, Presidente del Gruppo LVMH, e progettata dall’archistar Frank Gehry a Parigi nell’area del Jardin d’Acclimatation, all’interno del Bois de Boulogne. 

    La Fondazione è diventata nel tempo un “nuovo spazio che apre un dialogo con un vasto pubblico e offre agli artisti e agli intellettuali una piattaforma per il dibattito e la riflessione”.

    Da Takashi Murakami a Richard Prince, poi Yayoi Kusama a Jeff Koons, arrivando all’ultima creativa collaborazione, ecco i progetti artistici tra Louis Vuitton e artisti di fama mondiale.

    Takashi Murakami 

    Dal 2002 Takashi Murakami collabora con Louis Vuitton per reinventare alcune delle iconiche borse del brand, decorando la classica texture monogramma della Maison con i manga giapponesi, tipici del suo stile inconfondibile. Nel corso degli anni, Murakami ha dato vita ad una serie di collezioni in edizione limitata dallo stile unico e all’avanguardia: tra cui la collezione Cherry Blossom impreziosita da fiori di ciliegio e il Monogram Cerise decorata con sorridenti ciliegine.

    Yayoi Kusama 

    La collaborazione con una delle artiste più amate al mondo risale al 2012, con una sorprendente collezione che riprende i motivi più iconici di Yayoi Kusama. Le borse, così come portafogli, pochette e portamonete, si riempiono di pois, zucche e nervi biomorfici. Ma non finisce qui: la collezione comprende anche bracciali, scarpe, abbigliamento, teli mare, parei, e foulard.

    Richard Prince 

    Nel 2008 Louis Vuitton ha dato vita alla collezione Monogram Jokes, firmata dall’artista neo-pop Richard Prince. Su ogni borsa Monogram Jokes sono riportati, con la tecnica della serigrafia, i famosi jokes utilizzati da Richard Prince nei suoi quadri. 

    Jeff Koons 

    Nel 2017 Bernard Arnault, collezionista e proprietario del gruppo del lusso LVMH, ha ingaggiato Jeff Koons per creare una collezione di borse che ha sorpreso tutto il mondo. Koons, ispirato dai capolavori della storia dell’arte, ha riportato le opere di Van Gogh, Tiziano, Leonardo sulle borse di Vuitton, creando una collezione dissacrante.

    Collezione Arty Capucines 

    Come in occasione delle collaborazioni precedenti, lo scorso giugno Louis Vuitton ha invitato sei artisti contemporanei – Sam Falls, Urs Fischer, Nicholas Hlobo, Alex Israel, Tschabalala Self e Jonas Wood – a rivisitare il design della sua borsa icona Capucines. Lanciata per la prima volta nel 2013, la borsa si è rapidamente affermata come un classico, perfetta per essere rivisitata da artisti internazionali di punta.

    E tu, sei pronto a vedere l’arte sulle passerelle?

    spot_img
    spot_img
    spot_img

    Latest articles

    spot_img

    Vuoi diventare un Crypto Artist?
    Vuoi creare le tue opere
    d'arte in NFT?

     Art Rights offre un nuovo servizio unico nel suo genere, per creare GRATUITAMENTE gli NFT delle tue opere in pochi e semplici step

    Related articles