Sequestrate 500 opere false di Francis Bacon

    Sequestrate 500 opere false di Francis Bacon

    È finito sotto inchiesta un anziano collezionista italiano insieme ad altre cinque persone. Sono stati indagati dal Corpo di Tutela del patrimonio dei Carabinieri e dalla Guardia di Finanza di Bologna, che hanno confiscato beni per oltre 3 milioni di euro.

    Le opere in questione, pastelli e collage, sono state presentate come disegni dell’artista Francis Bacon, di cui alcuni quotati sul mercato per cifre tra i 200 mila e i 500 mila euro.

    Una delle opere attribuite a Francis Bacon sequestrate dal Corpo di Tutela dei Carabinieri e dalla Guardia di Finanza di Bologna Courtesy of il Corriere di Bologna

    Una delle opere attribuite a Francis Bacon sequestrate dal Corpo di Tutela dei Carabinieri e dalla Guardia di Finanza di Bologna

    Courtesy of il Corriere di Bologna

    Il protagonista della vicenda sarebbe un anziano collezionista bolognese che sosterrebbe di aver ricevuto in dono dal grande pittore irlandese, un corpus di ben 800 opere.

    Questi schizzi sono sempre stati al centro di numerose polemiche riguardo la loro autenticità. Oltretutto, non sono mai stati riconosciuti dalla Francis Bacon Estate, l’istituzione ufficiale londinese che si occupa dei lasciti e degli interessi dell’artista.

    Sotto il mirino degli indagati, ci sarebbero anche due mediatori ed esperti d’arte trevigiani, due bolognesi e un residente in Spagna di cui non si conoscono i nomi.

    Già nel 2015 altri due quadri di Bacon, sempre di proprietà del collezionista italiano, erano stati sequestrati a Ca’ dei Carraresi a Treviso in occasione della mostra «El Greco in Italia».

    Il maxi sequestro deriverebbe da un’altra indagine partita nel 2018 che aveva fatto emergere un altro centinaio di opere poi ritenute false di altri grandi artisti come Picasso e Cézanne, tra cui anche due opere di Francis Bacon

    Esami scientifici avrebbero stabilito che i disegni della collezione sarebbero successivi alla morte del pittore e quindi ritenuti falsi.

    Negli anni le opere hanno continuato a girare sul mercato indisturbate, ma ora la magistratura ha deciso di sequestrare i 500 disegni, sui quali verranno svolte ulteriori perizie ed indagini.

    Photo Credits: Studio dal ritratto di Innocenzo X, Francis Bacon,  1953. Courtesy of Des Moines Art Center

    spot_img
    spot_img
    spot_img

    Latest articles

    spot_img

    Vuoi diventare un Crypto Artist?
    Vuoi creare le tue opere
    d'arte in NFT?

     Art Rights offre un nuovo servizio unico nel suo genere, per creare GRATUITAMENTE gli NFT delle tue opere in pochi e semplici step

    Related articles