Sotheby’s: 104 NFT CryptoPunks ritirati dalla vendita

    Sotheby’s: 104 NFT CryptoPunks ritirati dalla vendita

    La casa d’aste inglese lo scorso 23 febbraio aveva annunciato la grande vendita di una serie di CryptoPunks con una stima tra i 20 e i 30 milioni di dollari. Il proprietario ha deciso di ritirare i lotti all’ultimo.

    Qualche giorno fa la casa d’aste Sotheby’s annunciava la prima grande asta serale, nella grande sala della sede di New York, di una delle più grandi collezioni di CryptoPunks della storia.

    L’asta, chiamata “Punk it!”, sarebbe dovuta diventare la prima con una stima milionaria dedicata agli NFT, ma qualcosa è andato storto.

    La serie di 104 CryptoPunks oggetto della vendita proveniva da un anonimo collezionista conosciuto come 0x650d.

    COSA SONO GLI NFT CRYPTOPUNKS?

    CryptoPunks è una raccolta di 10.000 NFT rilasciati nel 2017 da Larva Labs, immagini coniate come Non Fungible Token avatar con tratti pixelati dall’aspetto punk rock. Ogni NFT della collezione è unico, con diversi tratti più o meno rari, che gli permettono di distinguersi all’interno della stessa collezione.

    “CryptoPunks è la serie originale PFP – profile pic – che ha creato il modello per altri progetti NFT che sono seguiti” aveva affermato Michael Bouhanna, co-responsabile del dipartimento Arte Digitale di Sotheby’s.

    La casa d’aste era pronta ad accettare offerte solo in criptovaluta, riconoscendo all’acquirente finale la possibilità di pagare in Ether, Bitcoin, USD o in qualsiasi valuta fiat.

    IL COLPO DI SCENA

    Tutto era pronto, banditore, persone in sala e l’atmosfera era calda: tutti erano certi che la vendita dei 104 NFT CryptoPunks sarebbe avvenuta, ma come nelle migliori storie ecco il colpo di scena che passa per Twitter.

    Il misterioso e anonimo collezionista 0x650d, proprietario degli NFT, con un tweet annuncia di voler “holdare” quindi mantenere in suo possesso e nel proprio wallet gli NFT.

    Quando la notizia si è diffusa per la sala in molti sono rimasti stupiti: capita che uno di molti lotti sia ritirato all’ultimo, ma in questo caso trattandosi di un unico lotto disponibile, sembrava che questo non potesse succedere.

    PRIMA LA DELUSIONE, POI LE DOMANDE

    Nella sala newyorkese di Sotheby’s i rumors sulla decisione improvvisa presa dal collezionista hanno fatto storcere il naso a molti, tra cui uno dei possibili acquirenti che aveva già la paletta in mano per fare la propria offerta: si trattava di Nabyl Charania.

    Charania era presente in rappresentanza del fondo di investimento focalizzato sugli NFT “Meta4 Capital” e ha dichiarato: “We’re not disappointed. We want the seller to get the price they want—we don’t want an antagonistic relationship”.

    In molti si sono domandati il perché di questa scelta per il ritiro del lotto, ecco alcuni dubbi:

    • I 104 Crypto Punks probabilmente non presentavano tratti rari tali da poter giustificare la stima massima stabilita tra i 20 e i 30 milioni di dollari;
    • L’anonimo collezionista 0x650d forse ha scelto di mantenere la proprietà perché crede nelle potenzialità a lungo termine del progetto: nella community crypto è stato festeggiato;
    • Altri ancora hanno visto la scelta nella possibilità di un flop, che avrebbe determinato un calo di interesse verso gli NFT;
    • Una quarta possibilità è legata all’attuale situazione geopolitica instabile che vede la guerra in corso tra Russia e Ucraina, così come la discesa sempre più rapida del valore degli ETH e dei Bitcoin, ora ai minimi;

    Qualunque sia stata la ragione che ha portato l’anonimo collezionista a ritirare il lotto di 104 NFT CryptoPunks quel che è certo è che Sotheby’s non si ferma, continuando a proporre lotti o intere aste di NFT, credendo nel futuro di questi oggetti digitali.

    spot_img
    spot_img
    spot_img

    Latest articles

    spot_img

    Vuoi diventare un Crypto Artist?
    Vuoi creare le tue opere
    d'arte in NFT?

     Art Rights offre un nuovo servizio unico nel suo genere, per creare GRATUITAMENTE gli NFT delle tue opere in pochi e semplici step

    Related articles