Banksy o Monet? La risposta nell’asta di Sotheby’s

    BANKSY O MONET? LA RISPOSTA NELL’ASTA DI SOTHEBY’S

    Il “Monet” di Banksy sarà superstar milionaria?

    Domani sarà il fatidico giorno.

    Show me the Monet, un’opera del 2005 del misterioso street artist Banksy sarà messa in vendita da Sotheby’s a Londra il 21 ottobre nella “Contemporary Art Evening Auction”, con una base d’asta tra i 3 e i 5 milioni di sterline.

    La reinterpretazione della famosa opera di Claude Monet, The Japanese Bridge, realizzata alla fine dell’Ottocento e conservata oggi al Musee d’Orsay di Parigi, rappresenta un omaggio al grande artista francese e, al contempo, una critica alla società contemporanea e al suo consumismo.

    Il dipinto reinterpreta il capolavoro del maestro impressionista con una sfacciata irriverenza, intervallando carrelli della spesa e coni stradali alla delicata poesia delle ninfee.

    E così, a distanza di un anno dal record di 9,9 milioni di sterline per Devolved Parliament che vi avevamo raccontato qui, Banksy torna a suscitare clamore anche dopo la sentenza dell’Ufficio dell’Unione Europea per la proprietà intellettuale che ha sancito l’impossibilità da parte dell’artista di rivendicare il suo marchio – il che non gli ha comunque impedito di apporre il suo sigillo sull’opera ora in asta da Sotheby’s. 

    Lo scorso settembre la EUIPO – European Union Intellectual Property – ha infatti negato all’artista la paternità dell’opera Flower Thrower, utilizzata a fini commerciali dall’azienda di biglietti di auguri Full Color Black. Sembra infatti che l’anonimato dell’artista non assicuri le condizioni giuridiche necessarie per dimostrare la legittimità dell’opera, e quindi il diritto d’autore.

    Fino ad oggi, il riconoscimento della paternità delle opere dello street artist è avvenuta tramite la pagina Instagram ufficiale di Banksy, l’unico canale attraverso cui l’artista comunica col suo pubblico. 

    La Corte Europea ha quindi stabilito che il marchio di Banksy non può essere usato per rivendicare i diritti d’autore sulle sue opere, ponendo un problema di rivendicazione e violazione della proprietà intellettuale senza precedenti.

    Che tu sia un Artista affermato o un giovane artista emergente, certificare le proprie opere d’arte è fondamentale.

    Per questo Art Rights la prima piattaforma per la gestione e la certificazione delle opere d’arte con tecnologia Blockchain permette agli Artisti di creare gli Attestati Art Rights per certificare la paternità delle proprie opere d’Arte in piena sicurezza.

    E tu, sei pronto a scoprire a quanto verrà aggiudicato il “Monet” di Banksy?

    Photo credits: Getty Images

     

    Inizia subito a certificare, gestire e valorizzare la tua arte con Art Rights!

    Per te subito 15 giorni di prova gratuita!

    INIZIA SUBITO —>

    Latest articles

    Chi organizza i premi d’arte?

    Quali realtà si impegnano ad organizzare e promuovere premi d’arte? Scopriamolo insieme

    Perché rivendere un’opera d’arte rubata è difficile

    Scopriamo in questo articolo perché guadagnare dal furto di un’opera o rivendere un'opera d'arte rubata è molto complicato

    Intervista a Karen Levy, Giudice della Digital Art di Art Rights Prize

    Intervista a Karen Levy, Collezionista e Founder AIKA - Giudice della Digital Art di Art Rights Prize

    Come riconoscere la validità di un premio d’arte

    Scopriamo insieme alcuni parametri per misurare l’autorevolezza di un premio d’arte, in collaborazione con Art Rights Prize

    Related articles

    LEAVE A REPLY

    Please enter your comment!
    Please enter your name here