Digital Art. L’Arte nell’era digitale

    COLLEZIONARE DIVENTA DIGITAL

    Negli ultimi anni, le nuove tecnologie hanno cambiato radicalmente i modi di fruire l’arte, di crearla e collezionarla.

    Grazie alla Digital Art, gli artisti sono continuamente alla ricerca di nuove modalità di espressione artistica, mentre nasce un interesse sempre più forte per il collezionismo di Arte Digitale.

    Scopriamo di cosa si tratta e come sta cambiando il mondo dell’arte…

    La Digital Art è nata esclusivamente per essere riproducibile tramite supporti digitali ed elaborata attraverso l’uso di computer e software.

    Le sue origini risalgono agli anni ’60, quando l’accademico tedesco Georg Nees è stato tra i primi a creare e realizzare una mostra dove sono state esposte decine di opere generate attraverso computer e stampanti plotter.

    Ma nel corso degli ultimi cinquant’anni, la Digital Art si è evoluta, acquisendo un ruolo sempre più importante nel mondo dell’arte.

    A livello internazionale, non manca l’interesse delle istituzioni museali, infatti nel 2018 è nato un museo di arte digitale a Tokyo, il MORI Buiding Digital Art, per volere del collettivo giapponese teamLab, che racchiude artisti, programmatori, ingegneri, matematici e architetti i quali realizzano opere d’arte utilizzando le tecnologie più avanzate.

    Il museo si trova sull’isola artificiale di Odaiba e ospita installazioni immersive che annullano i confini tra virtuale e sensoriale; il progetto del collettivo giapponese ha così catturato l’attenzione della famosa galleria Pace Gallery, che oggi lo rappresenta.

    E se l’interesse da parte delle gallerie sembra stia crescendo, ecco che anche il mondo del collezionismo non è da meno, lo dimostra infatti la corsa all’acquisto dei CryptoKitties, simpatici felini virtuali che hanno attirato oltre 235.000 utenti; le vendite dei “gattini digitali”, avvenute nel 2018 in asta per ben 140 mila dollari, hanno fruttato ben 3 milioni di dollari.

    Ma anche la Digital Art, nel momento in cui viene acquistata, deve essere accompagnata dalla documentazione a corredo dell’opera quale buona prassi di due diligence, dove il Certificato di Autenticità svolge come sempre un ruolo di primaria importanza.

    Le nuove tecnologie cambiano a ritmi sempre più frenetici le modalità di creazione dell’arte, del suo collezionismo e della sua esposizione, a favore di un mondo dell’arte sempre più evoluto.

    E tu, sei pronto a collezionare la Digital Art?

    Scopri di più nel video di #ArteCONCAS dedicato alla storia della digital art…

    Latest articles

    Il Portfolio ideale per partecipare ad un premio d’arte

    Che tu sia un artista emergente, di giovane età o affermato, per partecipare ad un Premio d’Arte, il Portfolio è cruciale

    Banksy o Monet? La risposta nell’asta di Sotheby’s

    Show me the Monet, un’opera del 2005 del misterioso street artist Banksy sarà messa in vendita da Sotheby’s a Londra il 21 ottobre

    Intervista a Denis Curti, Capo Giuria della Fotografia di Art Rights Prize

    In questa intervista come Capo Giuria della Fotografia per Art Rights Prize racconta cosa si aspetta di trovare nelle candidature

    Art Rights Prize – Svelata la Giuria del premio d’arte virtuale

    Svelati i nomi della Giuria di Art Rights Prize, il primo Premio d’Arte Internazionale Virtuale che si rivolge a tutti gli Artisti, di qualsiasi età e nazionalità

    Related articles