La Fase 2 dei Musei e delle Gallerie d’arte

    LA FASE 2 DEI MUSEI E DELLE GALLERIE D’ARTE

    Le norme di sicurezza per la riapertura 

    Dal 18 Maggio in Italia musei, parchi e aree archeologiche insieme a gallerie d’arte e spazi culturali hanno iniziato a riaprire.

    Le attività di un comparto importantissimo per il paese erano sospese dall’8 marzo, e le statistiche nel post Coronavirus hanno registrato per 460 musei degli oltre 5.000 la mancata affluenza di quasi 19 milioni di visitatori e un mancato incasso di circa 78 milioni di euro.

    Ora che anche l’Arte e la Cultura sono in piena ripartenza, le istituzioni pubbliche e private, le gallerie d’arte e gli spazi culturali seguono le linee guida per tornare a quella fisicità tanto cara al mondo dell’Arte. 

    ConfCultura – organizzazione rappresentativa delle imprese private che gestiscono i servizi per la valorizzazione, fruizione e promozione dei Beni Culturali – ha messo a disposizione del settore un vademecum formulato dagli esperti della Fondazione Italia in Salute

    Oltre a l’obbligatorio utilizzo della mascherina, gli operatori museali, galleristi e staff insieme ai visitatori dovranno rispettare le distanze sociali di almeno 2 metri. Tra le iniziative precauzionali per la riapertura di musei e gallerie compaiono la disinfezione quotidiana degli spazi, la disponibilità di dispenser con disinfettanti in ogni stanza, e l’uso degli ascensori limitato a condizioni strettamente necessarie. E per il ricambio dell’aria indoor, porte e finestre tenute aperte nel rispetto dei microclimi a tutela delle opere d’arte.

    Cambiano anche le modalità di fruizione dei musei e l’accesso alle sale espositive: non più lunghe code d’attesa all’entrata, alla biglietteria o al guardaroba e nessun affollamento davanti alle opere d’arte.

    In questa fase di riavvio la parola d’ordine sarà sicurezza e sperimentazione di nuove forme di fruizione che, nonostante le limitazioni, possano favorire comunque un’esperienza sociale e culturale intima tra le persone e le opere d’arte.

    E tu, quale museo vuoi visitare?

    Latest articles

    La strategia delle aste online

    Le case d'asta come Sotheby's e Christie's stanno sperimentando le aste online attraverso le online viewing room con risultati davvero sorprendenti

    La regola delle 3D nel mercato dell’arte

    La regola delle 3 D sta alla base della vendita delle opere d’arte da parte di un collezionista o dei suoi eredi. Ma attenzione agli ostacoli...

    Intervista a Mauro Stefanini Gallerista e Presidente ANGAMC – ProfessioneARTE.it

    Imprenditore con la passione per l’arte, Mauro Stefanini, inizia da collezionista il suo percorso nel mondo dell’arte, focalizzando la propria attenzione verso l’arte informale italiana, la scultura, l’Espressionismo Astratto americano e l’arte del collage, scelte che ancora oggi sono ben evidenti nei progetti espositivi presentati all’interno della Galleria Open Art di Prato che compie vent’anni. Un percorso lungo il suo, per un lavoro stimolante, ma che richiede grande competenza e professionalità, senza spazio all’improvvisazione.

    Moncler e l’Arte

    Anche il brand della moda Moncler utilizza i valori dell’arte per promuoversi ed elevare la propria immagine.

    Related articles

    LEAVE A REPLY

    Please enter your comment!
    Please enter your name here