Come partecipare alle aste online

    COME PARTECIPARE ALLE ASTE ONLINE

    Breve guida alle aste online

    L’acquisto di opere d’arte sulle piattaforme online delle case d’asta è da diversi anni un business reale, che ha subito un’impennata di utilizzo con l’imposizione del lockdown per l’emergenza Coronavirus. 

    Tuttavia, secondo l’analisi effettuata da Artnet, le vendite in asta sono crollate del 75,8% nel marzo 2020 rispetto allo stesso mese del 2019. Il mese scorso infatti, le case d’asta di tutto il mondo hanno venduto opere d’arte per un valore di $227,6 milioni, in calo rispetto ai $939,3 milioni di marzo 2019. Il crollo è ancora più drammatico se si considera che le vendite sono state pari a $1,2 miliardi a marzo 2018.

    Naturalmente questi numeri sono da valutare con le nuove dinamiche di domanda e offerta, dove quest’ultima ha visto l’annullamento delle vendite di alto valore, rimandate a giugno nella maggior parte dei casi, con predilezione per opere d’arte e multipli i cui valori non superano, se non in alcuni casi, i $10mila. 

    Nel 2019, la casa d’aste Sotheby’s ha venduto online circa 250 milioni di dollari di opere d’arte e beni di lusso attraverso un mix di vendite online dal vivo e dedicate. Di questi, 80 milioni di dollari sono stati realizzati da 9.000 lotti venduti in 129 aste online dedicate – un ammontare superiore del 55% al 2018.

    Dall’inizio del lockdown (28 marzo) la casa d’aste di Patrick Drahi ha effettuato 23 aste online che hanno realizzato 44,5 milioni di dollari (oltre la metà degli 80 milioni di dollari totali annuali di Sotheby’s per le vendite online dedicate nel 2019).

    Focalizzando l’attenzione sulle vendite online, inoltre si è sviluppato un fenomeno emergente, quello del cross-collecting, ovvero l’acquisto di oggetti di collezionismo che vanno dall’arte antica a quella contemporanea, alle borse di lusso, al design fino agli orologi.

    Le case d’asta sono considerate oggi gli intermediari più attendibili online, certamente perché capaci di offrire opere di alta qualità; inoltre molte di queste hanno investito nell’implementazione tecnologica, rendendo il sistema di bidding online più trasparente per l’utente.

    Ad esempio il sito di Sotheby’s consente di vedere non solo l’ultima offerta effettuata dagli altri concorrenti, ma anche se l’ultima ha superato o meno il prezzo di riserva. 

    Ecco una breve guida per aiutare il collezionista a partecipare alle aste online:

    Per iscriversi ad un’asta online è necessario registrarsi attraverso il sito web della casa d’aste, creando un proprio account e fornendo la documentazione richiesta (dati identificativi e bancari)

    La differenza tra un’asta tradizionale e una online, è rappresentata dalle trattative che si svolgono virtualmente e dalla possibilità di monitorare i prezzi già nella fase di pre-asta. Infatti, accanto ai lotti compare l’offerta corrente, ovvero l’offerta più alta ricevuta per ogni opera.

    Le aste online-only sono generalmente dedicate a multipli o a lotti di valore più contenuto.

    Anche nei portali online è possibile inserire un’offerta per procura (o absentee bid), tramite la quale il banditore può effettuare offerte per conto delle persone assenti. In questo caso il sistema provvede automaticamente a generare rilanci ogni qualvolta viene eseguita un’offerta da un altro utente, fino a raggiungere l’importo massimo indicato. Nel caso l’offerta massima venga superata, l’utente riceverà la notifica dal sistema per rilanciare o fissare un nuovo limite per l’offerta automatica.

    Attenzione al Buyer’s Premium, percentuali di commissioni applicate al compratore in aggiunta al prezzo di aggiudicazione definito hammer price.

    Ogni casa d’aste applica percentuali differenti di commissione in base alle sedi e ai range di costi.

    Oggi le online sales si stanno confermando importante strumento per ampliare il proprio bacino di collezionisti e tra le scelte strategiche c’è quella fatta da Sotheby’s che, nelle aste esclusivamente online, ha scelto di eliminare al compratore le commissioni di vendita sui lotti acquistati e stabilire per il venditore un 10% di commissione a decrescere.

    Un nuovo panorama competitivo da esplorare.

    E tu, sei pronto a partecipare alle aste online?

    Latest articles

    Intervista a Domenico Filipponi, Art Advisor per Cordusio Fiduciaria – ProfessioneARTE.it

    In questa intervista, in collaborazione con ProfessioneARTE.it, Domenico Filipponi ci parla della figura dell'art advisor oggi, vero e proprio "ago della bilancia" del mercato dell'arte

    Via le vetrine dai musei… PARTE II di Roberto Concas

    Lo storico dell'arte e museologo Roberto Concas ci illustra un nuovo modo di concepire le vetrine, elemento dello storytelling museale

    La collezione d’arte della British Airways

    La collezione d’arte della British Airways è una delle Corporate Art Collection più importanti d'Inghilterra, nata per supportare l’arte contemporanea

    Intervista a Maria Chiara Valacchi Critica d’arte, Curatrice indipendente e Art Writer – ProfessioneARTE.it

    In questa intervista Maria Chiara Valacchi racconta i suoi esordi nel mondo dell’arte, per scelta e per passione sin da bambina, il cambiamento verso la dinamicità della critica e della curatela

    Related articles

    LEAVE A REPLY

    Please enter your comment!
    Please enter your name here