Intervista a Nicoletta Rusconi, Collezionista, Art Advisor e Founder Nicoletta Rusconi Art Projects – ProfessioneARTE.it

    Le Interviste di ProfessioneArte.it

    Lei è Nicoletta Rusconi, Collezionista, Art Advisor e Founder Nicoletta Rusconi Art Projects – ProfessioneARTE.it

    Cinque domande per conoscere in anteprima i grandi  professionisti dell’arte, le quotidiane sfide da affrontare, le scelte che hanno determinato il loro percorso nel sistema e nel mercato dell’arte, i cambiamenti all’insegna del digitale e i consigli per chi desidera intraprendere la stessa carriera in collaborazione con ProfessioneARTE.it.

    Aiutare a realizzare i sogni degli artisti. Questo è l’obiettivo di Nicoletta Rusconi, carismatica, energica donna e professionista dell’arte che del dialogo costante con gli artisti ne ha fatto la sua missione.

    Nicoletta ha un’anima con molte passioni, che l’hanno portata a diventare collezionista, art advisor con un passato da gallerista, rendendo una vecchia cascina piemontese ristrutturata la sede di molteplici progetti tra i quali I.D.E.A. acronimo di Independent Domus Exhibiting Art, residenza per artisti, che all’interno di Cascina Maria diventa spazio ideale di produzione di opere che vedono l’utilizzo di materiali organici e forme naturali”.

    Ma tutto ha inizio a Londra, la scintilla scatta per la fotografia momento impresso fermo per sempre; tornata a Milano dopo quasi dieci anni, sceglie con coraggio di aprire la sua prima galleria, dedicata al sostegno della fotografia italiana di ricerca. L’istinto, la passione, lo studio portano poi Nicoletta a rivolgere la sua attenzione verso l’arte contemporanea dei giovani sotto i 35 anni e ancora una volta avviene il cambiamento.

    Ma di questo e molto altro ci racconta in questa intervista, dalle tante novità, che guarda caso riguardano proprio gli artisti!

    Nicoletta Rusconi. Photo: Studio Abbruzzese

    Nicoletta Rusconi è Collezionista, Art Advisor e Founder Nicoletta Rusconi Art Projects.

    Si occupa del concept e della realizzazione di progetti indipendenti in ambito artistico e culturale, in collaborazione con artisti di fama internazionale e imprese italiane interessate ad investire nella produzione di opere, mostre ed iniziative culturali. Dopo l’esperienza decennale delle gallerie Fotografia Italiana e Nicoletta Rusconi, l’evoluzione diretta del nuovo Art Projects lavora alla creazione di una solida sinergia tra il sistema impresa, gli artisti, le istituzioni, i collezionisti e il pubblico.

    I progetti seguiti vanno dalla produzione di opere d’arte e di design, all’organizzazione di eventi speciali ideati ad hoc, ai servizi editoriali e al fundraising.

    1.Com’è iniziato il suo percorso nel mondo dell’arte?

    Erano gli  anni di passaggio tra gli Ottanta e i Novanta. Forse il periodo più felice della mia vita, mi trovavo a Londra quando i fenomeni artistici che più hanno segnato la mia esperienza visiva si sono disvelati ai miei occhi come un’epifania di luce, di fotografia, di grandi talenti e della loro capacità di assorbire e di restituire questa luce. 

    Seguono anni di studio appassionato che mi conducono ad aprire la mia prima galleria: “Fotografia italiana”, nel 2003. 

    Ma a quel punto, quell’urgenza di conoscenza che si era attivata in me mi impose di proseguire nell’approfondimento di nuovi media e di artisti sempre diversi per stile e provenienza culturale. 

    Quanta passione! Volevo sperimentare sempre di più e così “Fotografia Italiana” diventa “Nicoletta Rusconi Arte Contemporanea”, già nel 2007, quanta felicità! 

    Il mio inesauribile entusiasmo mi spinse a non fermarmi, ma ad impormi sempre nuovi traguardi, il 2014 è l’anno di Cascina Maria ad Agrate Conturbia che ben presto diventa una costellazione di idee e di occasioni di sperimentazione, idee, sì! 

    Non a caso quest’anno nasce I.D.E.A. Residenze d’artista, mostre, cenacoli culturali, esperimenti oltre il possibile!  

    Tutto  architettato in una combinazione di colori che avvolge le sedi deputate, a cura di Letizia Cariello. All’interno la politecnica mostra di Federico Pepe ed il dipinto murale di Giulia Dall’Olio. Tutt’intorno il parco della residenza, che ospita grandi installazioni di artisti come Eva Kotatkova, Pierre Étienne Morelle, Eduard Habicher, Riccardo Beretta e Alice Ronchi.

    2.Come descriverebbe la sua professione oggi?

    Una missione fondata sul dialogo costante con gli artisti!  

    Per guardare il mondo con i loro occhi e aiutare un pubblico sempre nuovo ad interfacciarsi con loro. 

    Gli artisti hanno la capacità di attivare osservatori sempre nuovi, sperimentare angolature inedite che diventano acceleratori di significato nei contesti più diversi. Vorrei attivare occasioni di incontro e di scambio di idee tra i creativi, offrire loro possibilità di riposo, studio e lavoro nella natura, proprio come nell’Ottocento si alternava la presenza in città con la quiete meditativa della campagna.

    3. Come è cambiata nel tempo la sua professione?

    Da mercante sempre attenta alle esigenze degli artisti, sempre pronta ed interessata all’ascolto e alla comprensione della loro meravigliosa condizione umana e spirituale, oggi sono sempre più convinta che gli artisti debbano rientrare nel mondo, essere messi a contatto con le attività produttive, per tornare a dialogare con la gente, non solo attraverso il loro lavoro ma proprio conversando con le persone. 

    Io voglio favorire questo, ma soprattutto voglio aiutarli a realizzare i loro sogni.

    Ph. Studio Abbruzzese. Courtesy l’artista e Nicoletta Rusconi Art Projects – Federico Pepe, The Bits you remember when you wake up

    4. Che impatto sta avendo il digitale nel suo settore?

    Viewing rooms, piattaforme di sperimentazione e di vendita online hanno aperto nuove possibilità! Per quel che mi riguarda, ho messo in gioco il mio profilo Instagram @artistmia per mettere a disposizione degli artisti un network sempre più variegato. 

    Prioritario per me è l’obiettivo di raggiungere e stimolare l’interesse dei giovanissimi.  ARTbite è un concentrato della mia esperienza formata negli anni, riunisce tutte le mie più grandi passioni: l’arte, la ricerca, il collezionismo, l’innovazione, la semplicità e il divertimento.

    Il digitale però non esclude tutta quella parte di lavoro che lo precede, prima di proporre un artista lo osservo attentamente, ne studio curriculum e carriera, per tutelare chi mi segue.  La vendita via web consente di scoprire o approfondire la poetica degli artisti, ma questo approfondimento può essere completato solo attraverso l’esperienza diretta dell’opera, ed ecco che interviene il progetto I.D.E.A.

    5. Cosa consiglierebbe a un giovane che vuole intraprendere la sua professione?

     Amore e rispetto per gli artisti e tanta capacità di ascolto!


    ANCHE NICOLETTA RUSCONI E’ SU PROFESSIONE ARTE

    “PROFESSIONE ARTE” LA PRIMA GUIDA PER CHI DELL’ARTE VUOLE FARE LA SUA PROFESSIONE

    L’esperto e divulgatore Andrea Concas entra nel Sistema dell’Arte, orienta sulle nuove professionalità e opportunità, esplora il mercato con le gallerie, i collezionisti e gli archivi d’artista, parla di valorizzazione, mostre, fiere, comunicazione e social network.

    In ProfessioneARTE  troverai il primo focus su Arte & Innovazione, le nuove tecnologie e metodologie applicate al mondo dell’arte come Blockchain, Intelligenza Artificiale, Wealth Management e Art Lending.

    E negli #ArteConcasTALKS, scoprirai le testimonianze di grandi professionisti come galleristi, collezionisti, curatori, direttori di musei, art advisor, avvocati, esperti del mercato, che chiariranno le nuove strategie, i diritti, i doveri e le responsabilità.

    Scopri di più…

    Questa intervista è stata realizzata in collaborazione con ProfessioneARTE.it, la prima community dedicata alla formazione, aggiornamento e orientamento verso le professioni dell’arte.

    Latest articles

    Professione Artist Manager

    L'Artist Manager è una figura professionale che affianca gli artisti, emergenti e affermati, quale supporto nella crescita

    ARTE E IMMOBILIARE. Un connubio che funziona a cura di Andrea Concas

    In questi ultimi anni, assistiamo ad un rinnovato interesse per il preziosissimo collegamento tra arte e patrimonio immobiliare

    Intervista a Rossella Novarini, Direttore Generale Il Ponte Casa d’Aste – ProfessioneARTE.it

    In questa intervista, Rossella Novarini ci parla dei cambiamenti de Il Ponte Casa d'Aste, tra digitale e nuovi progetti

    Come archiviare le opere d’arte?

    Le nuove tecnologie stanno rivoluzionando il modo di gestire gli Archivi e le collezioni d’arte, a favore di Artisti, Collezionisti, Gallerie, Musei e Professionisti, con l’obiettivo di tutelare e valorizzare le opere.

    Related articles

    LEAVE A REPLY

    Please enter your comment!
    Please enter your name here