Il Portfolio per l’artista

    I 3 ERRORI DA EVITARE

    Il Portfolio è lo strumento che permette all’artista di presentare le proprie opere d’arte, una selezione strategica di immagini per approcciare galleristi, curatori, ma anche collezionisti e altri professionisti del settore.

    Scopri i 3 errori che potrebbero farti perdere importanti occasioni…

    Quando arriva il momento di mostrare le proprie opere d’arte, l’artista ha a sua disposizione una serie di strumenti di promozione, da sfruttare in modo strategico a seconda dell’occasione.

    Tra questi, il Portfolio, una raccolta di immagini delle opere più recenti o particolarmente rappresentative, ha caratteristiche variabili, pur rimanendo un documento che accompagnerà l’artista per tutta la sua carriera.

    Le gallerie d’arte, interessate o meno alla ricerca di nuovi artisti, ne ricevono a centinaia, ogni giorno, via email; ma non solo.

    I collezionisti li utilizzano per approfondire la ricerca di un artista a cui sono già interessanti, per trovare o commissionare una nuova opera per la propria raccolta.

    In entrambi i casi, molti sono gli errori che vengono commessi dagli artisti quando realizzano il proprio Portfolio.

    Tra, questi, ne abbiamo individuato tre:

    1. IL PORTFOLIO INCLUDE SOLO IMMAGINI

    Niente di più sbagliato, proprio perché il Portfolio è un documento unico, stampato o in digitale, che raccoglie le immagini delle opere di un artista, dovrà presentare anche le sue informazioni essenziali: Statement, Biografia, Curriculum Vitae e Contatti sono dati che non possono mancare.

    1. IL PORTFOLIO NON AGGIORNATO

    Un Portfolio non aggiornato è uno strumento inutile per l’artista agli occhi degli operatori del settore, che si ritroveranno tra le mani un documento che potrebbe non rispecchiare gli ultimi risultati di una ricerca artistica aggiornata. Un esempio? L’invio di un documento che raccoglie opere pittoriche, scultoree e fotografiche, quando da tempo l’artista si concentra solo sulla scultura. Questo tipo di presentazione non fa che confondere il gallerista e rendere quindi inutile la selezione.

    1. IL PORTFOLIO CHE RACCOGLIE TUTTA LA PRODUZIONE DELL’ARTISTA

    L’artista ha l’obiettivo con il proprio Portfolio di presentare un percorso artistico lineare, con un’evoluzione costante, coerente nel tempo e consolidata. Anche avendo una produzione ampia, un artista dovrà essere in grado di fare una selezione delle proprie opere, al fine di facilitare il gallerista, il collezionista o il curatore che saranno interessanti a comprendere pienamente la sua ricerca;

    Non perdere l’occasione di creare il tuo Portfolio a regola d’arte, metti in luce i principali aspetti della tua ricerca agli occhi dei professionisti del mondo dell’arte. 

    E tu, sei pronto a realizzare il tuo Portfolio?

    Scopri di più nel video di Andrea Concas…

    Latest articles

    WEB SUMMIT 2020

    Art Rights partecipa alla nuova edizione virtuale del più grande evento globale per la tecnologia

    Chi organizza i premi d’arte?

    Quali realtà si impegnano ad organizzare e promuovere premi d’arte? Scopriamolo insieme

    Perché rivendere un’opera d’arte rubata è difficile

    Scopriamo in questo articolo perché guadagnare dal furto di un’opera o rivendere un'opera d'arte rubata è molto complicato

    Intervista a Karen Levy, Giudice della Digital Art di Art Rights Prize

    Intervista a Karen Levy, Collezionista e Founder AIKA - Giudice della Digital Art di Art Rights Prize

    Related articles

    Previous articleI premi d’arte
    Next articleL’Archivio d’artista