Intervista a Sveva D’Antonio, Giudice della Video Arte di Art Rights Prize

    Le Interviste di Art Rights Prize

    Intervista a Sveva D’Antonio, Collezionista e Gallerista – Giudice della Video Arte di Art Rights Prize

    Art Rights Magazine, Media Partner di Art Rights Prize il primo Premio Digitale Internazionale per Artisti 3.0, presenta ogni settimana i Giudici che compongono la Giuria di Esperti del Sistema e del Mercato dell’arte.

    Nell’ottica di confronto e incontro tra Artisti e Professionisti dell’Arte, la Giuria di Art Rights Prize vanta la partecipazione di 15 Giudici che offrono in anteprima la visione personale e professionale sull’importanza dei Premi d’Arte, i consigli sulle migliori modalità di presentare la propria candidatura insieme alle motivazioni che dovrebbero spingere un artista a partecipare ad un premio d’arte.

    Concorrere per dei premi fa parte del percorso formativo e più presto si inizia meglio è”. 

    Ne è convinta Sveva D’Antonio, Collezionista dedita insieme al marito Francesco Taurisano alla raccolta di famiglia composta da oltre 400 opere, ed esperta del mercato dell’arte con anni passati nella gestione della Galleria d’Arte Laveronica di Modica, lasciata ad aprile 2020 per intraprendere nuove sfide a livello internazionale

    Tra queste quella di promuovere e supportare l’arte emergente in tutte le sue sfaccettature, nonché essere parte di MTArt Agency Art Selection Committee, una commissione di eccellenza formata da personalità di spicco del mondo dell’arte con l’obiettivo di selezionare i migliori talenti per la MTArt Agency. 

    In questa intervista Sveva svela i migliori consigli per procedere con la propria candidatura per Art Rights Prize.

    Sveva D’Antonio

    Laureata in Storia dell’Arte presso il Suor Orsola Benincasa di Napoli nel 2013 con una tesi su come certi tipi di film possono trasformarsi in opere d’arte ed entrare negli spazi museali.

    Sveva D’Antonio dopo vari stage in gallerie d’arte contemporanea a Napoli e a Bruxelles, ha iniziato a lavorare presso la galleria Laveronica di Modica inizialmente come assistente e poi nel 2016 diventa socia. La galleria concentra la sua ricerca sulla condizione umana attraverso arte socialmente e politicamente impegnata.

    Nell’aprile del 2020 Sveva lascia la galleria per cercare nuove sfide e opportunità per lo sviluppo della sua carriera. 

    Recentemente è entrata a far parte di MTArt Agency Art Selection Committee.

    Si dedica da sempre alla collezione di famiglia, passione per l’arte quindi che condivide con il marito Francesco sin dal loro primo incontro. La collezione Taurisano conta ora quasi più di 400 opere con un’attenzione agli artisti emergenti e al supporto attivo delle loro pratiche.

    1.Per Lei, che importanza ha un Premio d’Arte nella carriera di un’artista?

    La carriera di un’artista si compone di vari fattori e può diversificarsi a seconda del background.

    La carriera di un artista inizia già dalla formazione e prosegue negli anni a venire con le diverse residenze e ulteriori specializzazioni.


    Concorrere per dei premi fa parte del percorso formativo e più presto si inizia meglio è. Il premio infatti può essere un’ottima occasione per confrontarsi con altri artisti della stessa generazione e che utilizzano lo stesso medium e con esperti del settore.

    I consigli e le critiche degli esperti servono per comprendere più a fondo le dinamiche del sistema che nelle accademie certo non si imparano.


    Quindi direi che il premio ha un’importanza formativa per l’artista soprattutto all’inizio della sua carriera e spero infatti che artisti giovanissimi partecipino e ci sottopongano le loro opere.

    2.Cosa consiglierebbe ad un artista che vuole partecipare ad un Premio d’Arte?

    Sicuramente consiglierei di essere il più possibile fedele alla sua pratica, di non aggiustare il lavoro per il premio ma convincerci che la sua narrativa è solida e meritevole.

    Di non aver paura di rischiare, di essere sperimentale, scomodo, sognatore e romantico.

    3. Quali sono i fattori che tiene in considerazione nel giudicare una candidatura per un Premio d’Arte?

    L’originalità dell’opera e la capacità di raccontare una storia.

    La forza poi della formalizzazione di un’idea, la forma estetica deve sempre andare a braccetto con la poetica dell’opera.

    Se sei un Artista, cosa aspetti?

    CANDIDATI SUBITO FINO AL 30 NOVEMBRE 2020 ad Art Rights Prize, il primo premio d’arte internazionale virtuale

    E tu, sei pronto per Art Rights Prize? 

    INVIA SUBITO LA TUA CANDIDATURA

    Latest articles

    Chi organizza i premi d’arte?

    Quali realtà si impegnano ad organizzare e promuovere premi d’arte? Scopriamolo insieme

    Perché rivendere un’opera d’arte rubata è difficile

    Scopriamo in questo articolo perché guadagnare dal furto di un’opera o rivendere un'opera d'arte rubata è molto complicato

    Intervista a Karen Levy, Giudice della Digital Art di Art Rights Prize

    Intervista a Karen Levy, Collezionista e Founder AIKA - Giudice della Digital Art di Art Rights Prize

    Come riconoscere la validità di un premio d’arte

    Scopriamo insieme alcuni parametri per misurare l’autorevolezza di un premio d’arte, in collaborazione con Art Rights Prize

    Related articles

    LEAVE A REPLY

    Please enter your comment!
    Please enter your name here