NFT e animali da collezionare: i progetti di collectible da scoprire

    Dai più famosi Crypto Punks alle opere di Hackatao, Giovanni Motta e Beeple passando per il grande successo di Axie Infinity gli NFT stanno conquistando il mondo del business, bruciando qualsiasi tappa pronosticabile e attirando l’attenzione di istituzioni, testate come il New York Times, piccoli e grandi investitori.

    Uno sguardo ai Collectible token

    Sebbene la mania NFT sembrasse essersi affievolita, dopo il boom dell’estate 2020 seguendo il trend iniziale della DeFI, ora pare sia tornata prepotentemente alla carica soprattutto grazie al fenomeno dei Collectible.

    Bored Apes, le scimmie annoiate, sono solo la più famosa di una serie di collezioni NFT del movimento rivoluzionario che sta portando questo secolo.

    Tra i Collectible più famosi non ci sono solo Bored Apes Yacht Club, ma anche i Lazy Lions, i Pugdy Penguins, i CyberKongz per non parlare delle Weired Whales, Cool Cats NFT, i Doge Pirates e le SupDucks.

    Progetti che hanno caratteristiche comuni, dal concetto di collezione a numero limitato alla tematica animale con tratti variabili da token a token, fino alla possibilità di utilizzare il token come un Identità ben riconoscibile all’interno dello spazio digitale.

    Bored Apes Yacht Club (BAYC) è un progetto che nasce recentemente, ufficialmente ad aprile 2021 su chain Ethereum. La collezione vanta 10.000 NFT sold out nelle prime 12 ore di apertura delle vendite, evento che ha permesso di posizionare i BAYC nelle prime posizioni di OpenSea come una delle collezioni con scambi più alto (ora 147.104,08 ETH).

    Fondata da 4 membri Gargamel, Gordon Goner, Emperor Tomato Ketchup e No Sass  il progetto dietro le Bored Apes è molto più di un semplice ERC-721 il cui token possa essere visualizzato come social avatar sulle piattaforme di Twitter o Discord. Possedere un NFT di questo genere nel proprio wallet equivale alla possibilità di accedere al Yacht Club, una community esclusiva i cui benefici “sono a prova di longevità”.

    Vantaggio più attuale è senz’ombra di dubbio il canale dedicato al BATHROOM, uno spazio artistico condiviso dove ogni utente dispone di un pixel (aggiornato ogni 50minuti), che dà il via ad un esperimento sociale artistico simile a quello dell’inglese Alex Tew con la sua MillionDollarHomepage.

    Uno degli “Bored Apes”

    Cosa sono le Bored Apes?

    L’immagine principale ritrae una scimmia annoiata le cui caratteristiche variano durante la procedura di minting, l’algoritmo utilizzato per la generazione dell’NFT è del tutto casuale “pescando” 170 possibili tratti tra espressioni, cappelli, accessori, vestiti e sfondi, rendendo alcuni tratti più rari di altri.

    Cavalcando l’esplosione del mercato digitale la “swamp” cosi è definita la pool di utenti BAYC – che si aggira intorno i 5.400 utenti secondo OpenSea – ha attirato l’interesse di personaggi come la star NBA Stephen Curry (Bored Ape #7990) , The Chainsmokers sul cui profilo twitter è visibile il pezzo #7691, lo youtuber Logan Paul che possiede le Ape #1442 e #207 ed altri noti come Gary Vaynerchuk, Roham Gharegozlu, Josh Hart, Tyrese Haliburton e LaMelo Ball.

    Al momento la vendita più alta del mercato Bored Apes registra un prezzo di 740 ETH (2.249.881,58 $) alimentando il volume di scambio a circa 151.000ETH.

    Pudgy Penguin #6154

    Pugdy Penguins

    Parlando di collezioni è impossibile non citare gli adorabili Pugdy Penguins.

    Questa serie di JPEGs resi Non Fungible Token è composta da 8.888 pinguini “paffutelli” con caratteristici accessori, cappelli, acconciature ed il più must have mohawak.

    Proprio a sottolineare il trend in atto, il team composto da MrTubby, Micah, Jonah, Cole,  Wybo, Hiro, Starker-xp ed Ecko alla fine di luglio ha annunciato che la collezione è andata sold out in soli 19 minuti sul marketplace di OpenSea.

    In confronto con le Bored Apes, i Pugdy Penguins vantano meno scambi, raggiungendo 33.000ETH come volume di scambio e prezzo più alto della collezione: un esempio è l’esemplare #6873 venduto a 150WETH.

    Il progetto è supportato da una solida community, molto attiva sul canale Twitter di 4000 utenti, dove il sostegno tra Pengus (possessori di un PP) ha portato alla più recente asta di beneficenza terminata il 23 agosto ed una donazione di 75.000$ all’associazione GLOBAL PENGUIN SOCIETY per la salvaguardia di questi uccelli acquatici ed il loro habitat.

    Doge Pound PUPPY #160

    The Doge Pounds

    Nato dal celebre “Doge” di Elon Musk, The Doge Pounds è una raccolta di 10.000 NFT che raffigura il più conosciuto cane dell’era crypto ed emerge per il suo utilizzo nel mondo del gaming.

    Il progetto prevede per i 4.000 padroni (ad ora il numero di utenti attivi) di Doggos (maschio Doge) e Doges (la femmina) la possibilità di far “accoppiare” i propri cani riscattando dei cuccioli da accudire tramite cibo ed attenzioni che si potranno trovare all’interno del gioco stesso .

    Raggiungendo una capitalizzazione di 11.400 ETH è in posizione #38 nella speciale classifica OpenSea per volumi raggiunti grazie alla recente vendita del Doggo #1584 per 21,88 ETH.

    CyberKong #3553

    CyberKongz

    Se siete amanti del gaming, non potete non amare i CyberKongz! Questi fantastici gorilla dallo stile pixellato molto simile a quello del celebre Donkey Kong, sono parte di una collezione di 3.400 gorilla tra GenesisKong e BabyKong.

    Questi, grazie alla patnership con The Sandbox, possono partecipare alla “Kongz Island” un metaverso multi-estate dove gli avatar utilizzano le proprie $BANANA per acquistare vestiti ed equipaggiamenti in vista della loro avventura sull’isola.

    Il prezzo medio di un Kongz è di circa 2 ETH per i più comuni e di 43 ETH per quelli più rari , ad eccezione del CyberKonz Sith#1000 venduto al prezzo di 100ETH.

    Weird Whales 786

    Weird Whales

    Altro progetto di NFT animali è Weird Whales.

    Queste balene pixellate hanno attirato l’attenzione persino del New York Times perché ideate da Benyamin Ahmed, dodicenne britannico appassionato di programmazione e di Phyton, software con cui ha realizzato i disegni.

    La sua raccolta vanta circa 3.400 disegni di cui il #784 ha registrato come ultima vendita 7,9 ETH, da cui ha ricavato complessivamente circa £290,000.

    Il caso di Benyamin Ahmed sottolinea il grande interesse delle nuove generazioni per il mondo Crypto e NFT. 

    A cura di Simone Fioroni

    Photo Courtesy: The Doge Pound NFT

    spot_img
    spot_img
    spot_img

    Latest articles

    spot_img

    Vuoi diventare un Crypto Artist?
    Vuoi creare le tue opere
    d'arte in NFT?

     Art Rights offre un nuovo servizio unico nel suo genere, per creare GRATUITAMENTE gli NFT delle tue opere in pochi e semplici step

    Related articles