L’NFT tra fisico e digitale venduto da Christie’s

    L’NFT tra fisico e digitale venduto da Christie’s

    Si tratta di “Block 21”, opera venduta nel 2020. Scopriamola insieme!

    Prima della rivoluzionaria asta che ha visto protagonista l’opera puramente digitale Everydays: the first 5000 days dell’artista Beeple, Christie’s aveva già dato spazio alla Crypto Art, vendendo nel 2020 un’opera per metà fisica e per metà NFT.

    Si tratta di Block 21 (42.36433° N, -71.26189° E), realizzata da Benjamin Gentilli nell’ambito del suo progetto artistico Robert Alice e che fa parte della serie Portraits of a Mind, un corpus di 40 pannelli circolari dove sono incise esattamente 322.048 cifre del codice originale della criptovaluta Bitcoin (BTC) di Satoshi Nakamoto.

    L’opera è un’espressione simbolica della visione di Satoshi, forgiata dal codice stesso che sta alla base di tutto questo. Portraits of a Mind esplora le sfaccettate identità di Satoshi Nakamoto, riflettendo a sua volta sulla natura sia dell’identità che della ritrattistica in un’epoca decentralizzata” afferma l’artista.

    Block 21 è stata venduta da Christie’s per 131.250 dollari durante l’asta del dopoguerra e del contemporaneo in collaborazione con la piattaforma Async, ed è una tra le prime opere NFT vendute ad una così alta cifra.

    L’artista gioca con le idee di tempo e spazio, esplorando la relazione che intercorre tra i mezzi digitali e quelli fisici. Infatti, l’opera è composta da due parti: quella materiale e quella NFT. Quest’ultima cambia dal giorno alla notte, a seconda di fuso orario e posizione della sua controparte fisica. Il lavoro, attualmente impostato sul fuso orario di New York, è stato decentrato in oltre 14 città in tutto il mondo, da San Francisco a Tokyo, e ha richiesto più di 3 anni per essere realizzato. 

    Tra i collezionisti che già nel 2020 hanno deciso di investire nel mercato delle opere NFT troviamo Jehan Chu, Founder di Kenetic, una società di investimento focalizzata su asset digitali. Lo scorso mese l’imprenditore ha espresso la sua opinione nei confronti del fenomeno Crypto Art durante il webinar tenuto da Christie’s, affermando che si tratta di una vera e propria occasione per rendere il mercato dell’arte più aperto e inclusivo. Nonostante ciò, non ha nascosto la sua preoccupazione nei confronti delle tematiche ambientali, riconoscendo il forte impatto che la creazione di opere NFT genera consumando molta energia, ma secondo Chu la tecnologia sarà in grado di risolvere anche questo problema.

    Photo Credits: Robert Alice, Block 21 (42.36433° N, -71.26189° E), courtesy of Christie’s

    E tu, sei pronto a collezionare le tue opere NFT?

    spot_img
    spot_img
    spot_img

    Latest articles

    spot_img

    Vuoi diventare un Crypto Artist?
    Vuoi creare le tue opere
    d'arte in NFT?

     Art Rights offre un nuovo servizio unico nel suo genere, per creare GRATUITAMENTE gli NFT delle tue opere in pochi e semplici step

    Related articles